I Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere) del Petrarca a Dresda, ricezione e iconografia. Intervento del Prof. Fabio Forner (Università degli Studi di Verona)

04.12.2019 | 10:00 c.t.
Volantino Forner

Volantino Forner

Introduzione: Prof. Dr. Bernhard Huss (Direktor des Italienzentrums der Freien Universität Berlin)

In lingua italiana

In collaborazione con il Cluster di Eccellenza 2020 "Temporal Communities" e l'Italien-Zentrum della Technische Universität Dresden

La collezione manoscritta della Sächsische Landesbibliothek - Staats- und Universitätsbibliothek Dresden (SLUB) rappresenta un caso particolare nella storia della diffusione dell'opera di Petrarca in terra tedesca. In primo luogo, per il secolo nel quale la raccolta dei manoscritti e delle stampe, petrarcheschi e non, ebbe maggior arricchimento: il XVIII secolo. Inoltre, la biblioteca reale di Dresda nacque nel clima culturale di una corte cattolica, fortemente influenzata dalla presenza dei gesuiti, nella quale la conoscenza della lingua italiana aveva non poco rilievo. È in questo contesto che va collocato l'acquisto dei manoscritti che sono latori di frammenti del Canzoniere e dei Trionfi di Petrarca: essi sono testimoni di un vivo interesse della corte per l'opera letteraria del cantore di Laura. I manoscritti dei Trionfi furono certamente considerati preziose opere d'arte anche per via delle loro pregevoli miniature. Con i manoscritti furono acquistate anche stampe delle opere petrarchesche e nel 1774 Georg Conrad Walther impresse un’edizione del Canzoniere.

Zeit & Ort

04.12.2019 | 10:00 c.t.

Freie Universität Berlin, Habelschwerdter Allee 45,
Raum J 27/14